Corso FAD 50 crediti ECM - 1a Edizione


Disprassie, disturbi del linguaggio e delle funzioni esecutive:  dalla valutazione e trattamento


Quota di iscrizione individuale € 150,00

Per iscrizioni di gruppo è previsto uno sconto del 20% per gruppi di 2-4 corsisti (€ 
120,00) e del 30% per gruppi di 5 corsisti e oltre € 105,00). Indicare questa opzione nel modulo di iscrizione con i nominativi dei membri del gruppo

  Per chi ha già acquistato entro i 12 mesi precedenti o vuole acquistare congiuntamente anche il corso FAD: "Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento (DSA)", le quote di iscrizione sono ulteriormente ridotte: individuale €
130,00 - gruppi di 2-4 corsisti € 100,00 - gruppi di 5 corsisti e oltre € 85,00


Il è offerto in collaborazione con il provider accreditato Dea Formazione e Servizi e sarà attivo fino al
30 dicembre 2019
Si ricorda che secondo la nuova normativa relativa ai crediti ECM il professionista ha la possibilità di ottenere i 150 crediti durante il triennio 2017/2019, senza più l'obbligo di suddividere i 50 crediti nelle singole annualità

Il corso è disponibile anche con il solo rilascio dell'attestato di frequenza di 50 ore di formazione (€ 60,00), con uno sconto per iscrizioni di gruppo di 2-4 corsisti del 10% (€ 54,00) e di 5 e più corsisti  del 20% (€ 48,00)

La quota di iscrizione al corso FAD è già comprensiva della quota associativa annuale di €
20,00


Clicca qui per andare alla pagina dedicata alla 1a Edizione del Corso FAD

Corso FAD 50 crediti ECM - 2a Edizione


Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento (DSA)


 Quota di iscrizione individuale:  150,00

Per iscrizioni di gruppo è previsto uno sconto del 20% per gruppi di 2-4 corsisti (€
120,00) e del 30% per gruppi di 5 corsisti e oltre € 105,00). Indicare questa opzione nel modulo di iscrizione con i nominativi dei membri del gruppo

Per chi ha già acquistato  entro i 12 mesi precedenti o vuole acquistare congiuntamente anche  il corso FAD: "Disprassie, disturbi del linguaggio e delle funzioni esecutive: dalla valutazione al trattamento", le quote di iscrizione sono ulteriormente ridotte:  individuale €
130,00 - gruppi di 2-4 corsisti € 100,00 - gruppi di 5 corsisti e oltre € 85,00

Il corso è offerto in collaborazione con il provider accreditato Dea Formazione e Servizi ed è attivo fino al 14 novembre 2019. Si ricorda che secondo la nuova normativa relativa ai crediti ECM il professionista ha la possibilità di ottenere i 150 crediti durante il triennio 2017/2019, senza più l'obbligo di suddividere i 50 crediti nelle singole annualità

Il corso è disponibile anche con il solo rilascio dell'attestato di frequenza di 50 ore di formazione (€ 60,00), con uno sconto per iscrizioni di gruppo di 2-4 corsisti del 10% (€ 54,00) e di 5 e più corsisti del 20% (€ 48,00)

La quota di iscrizione al corso FAD è già comprensiva della quota associativa annuale di €
20,00

Clicca qui per andare alla pagina dedicata alla 2a Edizione del Corso FAD


Disprassie, disturbi del linguaggio e delle funzioni esecutive: dalla valutazione al trattamento

Il Corso FAD Disprassie, disturbi del linguaggio e delle funzioni esecutive: dalla valutazione al trattamento intende offrire al Corsista la possibilità di riflettere sull’opportunità di utilizzare, nella propria attività professionale, un approccio multisistemico nella valutazione e del trattamento dei disturbi disprassici, dei disturbi del linguaggio e delle funzioni esecutive. Infatti, lo sviluppo cognitivo, linguistico e motorio per molti anni sono stati considerati e quindi studiati come entità separate; viene oggi invece sempre più messa in evidenza e confermata da molti lavori clinici in ambito neuropsicologico e da ricerche in ambito neuroscientifico la correlazione tra aspetti linguistici, aspetti motorio-prassici e competenze relative all’ambito delle funzioni esecutive.

Viene sempre di più ribadito che, qualora i processi sottesi all’azione – l’organizzazione visuo-spaziale, la motricità, la percezione, la recettività sensoriale, la capacità di “controllo” – risultino alterati nelle loro componenti o nella loro sequenza, si avrà una minore capacità di interazione prassica con la realtà e, di conseguenza, deficit nello sviluppo della cognizione in senso lato. Quindi, secondo le più recenti teorie, le capacità linguistiche e cognitive emergono parallelamente allo sviluppo psicomotorio e, in particolare, in rapporto alle abilità gestuali e alle capacità di produrre azioni intenzionali; lo sviluppo motorio nella prima infanzia viene considerato l’elemento fondamentale che fa da ponte tra lo sviluppo cognitivo, metacognitivo, comunicativo e sociale.

Rispetto alla valutazione si ribadisce l’importanza di eseguire un’attenta raccolta anamnestica e considerare anche gli aspetti ambientali ed emotivo-relazionali, oltre che l’ambito comunicativo-linguistico. È inoltre necessario programmare delle valutazioni mirate, con l’utilizzo di strumenti specifici per le diverse fasce d’età e ripetute nel tempo, per poter definire una ipotesi diagnostica che abbia come scopo primario l’individuazione di obiettivi chiari per un corretto progetto terapeutico. Occorre procedere con molta cautela rispetto alla definizione del problema e iniziare sempre da un’ipotesi diagnostica che conceda di intervenire per il superamento dei deficit più invasivi e vistosi, monitorando come cambia il profilo del bambino durante il corso della terapia.

È essenziale sottolineare che il progetto di terapia nei casi di disturbo del linguaggio, nelle varie accezioni e tipologie, si dovrebbe esplicare in contemporanea sui tre ambiti dello sviluppo ritenuti strettamente correlati: funzioni linguistiche, aspetti motorio-prassici, funzioni esecutive e processi di autoregolazione e di controllo.

Nel panorama italiano degli ultimi 20 anni, sia in ambito clinico che in quello, soprattutto, della terapia dei disturbi della sfera motorio-prassica e del linguaggio, la figura che ci sembra “incarnare” (il termine non è casuale) maggiormente questo approccio multisistemico alla valutazione e al trattamento è quella di Letizia Sabbadini, psicologa clinica con formazione neuropsicologica, psicoterapeuta, docente alla III Università di Roma “Tor Vergata” (Corso di laurea in Logopedia), all’Università Cattolica LUMSA (Corso di Laurea di Scienze della Formazione) e in diversi Master di neurospsicologia dell’età evolutiva. Letizia Sabbadini è inoltre presidente di A.I.D.E.E. ONLUS (Associazione Italiana Disprassia dell’Età Evolutiva) di cui è fondatrice.

L’approccio teorico adottato dalla Sabbadini insieme ai propri collaboratori e allievi fa riferimento alla teoria dei sistemi (Thelen e Smith, 1994) e della Embodied Cognition (Thelen, 1995; Iverson e Thelen, 1999), in cui si afferma che lo sviluppo cognitivo e linguistico è strettamente correlato allo sviluppo motorio; viene infatti messa in evidenza l’importanza della relazione tra percezione, azione, cognizione e viene sottolineato che lo sviluppo neurocognitivo evolve a partire dalla percezione del proprio corpo in relazione all’ambiente, in contemporanea con lo sviluppo delle funzioni motorie e del loro controllo.

Si è quindi tenuto in particolare conto, nella stesura della presente Dispensa Didattica, del lavoro clinico e terapeutico di Letizia Sabbadini e collaboratori, attingendo in modo cospicuo ai contenuti teorici e pratici messi a disposizione con generosità nei lavori pubblicati (Sabbadini, 2005, 2013; Sabbadini, Tsafrir e Iurato, 2005; Sabbadini e Michelazzo, 2016). Inoltre, anche gli undici Casi Clinici in PDF che insieme alla presente Dispensa Didattica costituiscono i Materiali Didattici Fondamentali del Corso FAD, sono allegati ad una delle pubblicazioni della Sabbadini (2013). La trattazione dei casi clinici è ulteriormente ampliata da diversi materiali multimediali aggiuntivi (video, foto, slides, schede) presenti nei Materiali Didattici Integrativi del Corso FAD, che possono essere scaricati e utilizzati dal Corsista.  È indispensabile pertanto un doveroso ringraziamento per i preziosi contributi offerti da Letizia Sabbadini e dai suoi collaboratori.

Oltre a testi fondamentali suddetti, dei quali si suggerisce vivamente l’approfondimento, si è fatto significativo riferimento anche ad ulteriori pubblicazioni (Basili, Lanzara e Zanobini, 2011; Marotta e Caselli, 2014; Caselli et al., 2015; Marotta, Mariani e Pieretti, 2017; Vicari e Di Vara, 2017), di cui ringraziamo gli autori per il contributo fornito alla valutazione clinica e al trattamento riabilitativo

E' un successo la 1a Edizione del corso FAD sui DSA 2017-2018: quasi 500 i partecipanti e un gradimento soddisfacente

Si è da poco conclusa la 1a Edizione del Corso FAD "Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento (DSA)", con risultati davvero lusinghieri sia in termini di partecipazione che di gradimento da parte dei corsisti. Infatti sono stati sfiorati i 500 (!) partecipanti nell'arco dei 12 mesi di attivazione del corso (5 agosto 2017 - 4 agosto 2018), e l'apprezzamento per i contenuti e le modalità di attuazione del corso è stato molto soddisfacente. Il corso è stato offerto in due versioni: con il rilascio di 50 crediti ECM in collaborazione con il provider accreditato DEA Formazione e Servizi e con il rilascio dell'attestato di 50 ore formative. La stragrande maggioranza dei corsisti (426) ha partecipato alla versione con il rilascio dei 50 crediti ECM.

Per diversi motivi 82 corsisti non hanno concluso il corso entro la scadenza del 4 agosto e non hanno ricevuto il certificato con i 50 crediti ECM. Chi ha effettuato l'iscrizione nel 2018 sarà iscritto nella 2a edizione del corso senza costi aggiuntivi in quanto associato dell'Associazione Vadiss per l'intero anno solare in corso (nella quota di iscrizione al corso era compresa la quota associativa di € 20,00). I corsisti che hanno acquistato il corso nel 2017 saranno iscritti alla nuova edizione rinnovando la quota associativa di € 20,00 relativa al 2018  (si ricorda che secondo la nuova normativa relativa ai crediti ECM il professionista ha la possibilità di ottenere i 150 crediti durante il triennio 2017/2019, senza più l'obbligo di suddividere i 50 crediti nelle singole annualità).


PARTECIPAZIONE

I partecipanti sono stati in totale 494, così suddivisi nelle due tipologie del corso:

  • versione con il rilascio di 50 crediti ECM: 426 partecipanti (86,2%)
  • versione con il rilascio dell'attestato di 50 ore formative: 68 partecipanti (13,8%)
1a Edizione Corso FAD _Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento DSA_ - Suddivisione dei 494 partecipantipng
La ripartizione dei 426 corsisti iscritti al corso che rilasciava 50 crediti ECM in base alla tipologia professionale e in ordine di frequenza è la seguente:
  • Logopedista: 207 (48,6%)
  • Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva (TNPEE): 90 (21,1%)
  • Ortottista/Assistente di oftalmologia: 50 (11,7%)
  • Psicologo: 16 (3,8%)
  • Psicoterapeuta: 16 (3,8%)
  • Educatore professionale: 15 (3,5%)
  • Fisioterapista: 10 (2,3%)
  • Terapista occupazionale: 10 (2,3%)
  • Tecnico della riabilitazione psichiatrica 8 (1,9%)
  • Medico - Neuropsichiatra infantile: 3 (0,7%)
  • Medico - Audiologo e foniatra: 1 (0,2%)
Come si può notare, in pratica un corsista su due è logopedista, il che rispecchia il forte interesse di questa categoria professionale all'acquisizione di competenze adeguate nella loro attività di valutazione e soprattutto di intervento nell'ambito dei DSA. La stessa considerazione può essere fatta per i terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva (TNPEE) che rappresentano una percentuale significativa di partecipanti. Rappresenta una piacevole sorpresa il buon numero di ortottisti/assistenti di oftalmologia, dal momento che i meccanismi di esplorazione, analisi ed elaborazione visiva sono di fondamentale importanza nella valutazione e nel trattamento dei DSA. Il discreto numero di partecipanti fisioterapisti, terapisti occupazionali e tecnici della riabilitazione psichiatrica dimostra l'accresciuto interesse per l'universo DSA da parte di figure professionali che in termini di comorbilità possono avvantaggiarsi dall'acquisizione di competenze specifiche.  
1a Edizione Corso FAD 50 crediti ECM _Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento DSA_ - Professione dei 426 partecipantipng
La ripartizione dei 68 corsisti iscritti al corso che rilasciava l'attestato di 50 ore formative in base alla tipologia professionale e in ordine di frequenza è la seguente:
  • Docente: 17 (25%)
  • Psicologo: 15 (22,1%)
  • Educatore professionale: 13 (19,1%)
  • Pedagogista: 11 (16,2%)
  • Studente: 5 (7,4%)
Gli altri partecipanti sono stati un musicoterapista, un operatore sociosanitario, uno psicomotricista, uno specialista in scienze cognitive, un tecnico della riabilitazione psichiatrica, un TNPEE e un tutor DSA.

1a Edizione Corso FAD 50 ore formative _Valutazione e trattamento dei disturbi di apprendimento DSA_ - Professione dei 68 partecipantipng

GRADIMENTO

I partecipanti al corso FAD con il rilascio di 50 crediti ECM hanno compilato un questionario di gradimento di 13 domande proposto dal provider DEA Formazione e Servizi, delle quali 6 erano a risposta chiusa e 7 a risposta aperta. Le domande a risposta chiusa offrivano 5 opzioni di risposta:

  • 1 Molto Buono

  • 2 Buono

  • 3 Discreto

  • 4 Sufficiente

  • 5 Scadente

Per ragioni di brevità sono riportati i grafici delle percentuali di risposta alle 5 opzioni di giudizio, mentre chi è interessato ad approfondire i risultati delle domande a risposta aperta può scaricare il file PDF dei risultati integrali del questionario.
Considerato il numero molto ampio di questionari compilati dai corsisti (range compreso tra le 353 e le 369 risposte alle 13 domande) i risultati possono essere considerati molto soddisfacenti, rappresentando una garanzia di qualità per tutti i professionisti interessati a vario titolo alla valutazione e al trattamento dei DSA e avvalorando la consapevolezza dell'Associazione Vadiss di offrire un prodotto formativo di ottima qualità a costi contenuti. Ringraziamo i corsisti per i preziosi suggerimenti e per le critiche costruttive che hanno permesso di migliorare la 2a edizione del Corso FAD che sarà attivato il prossimo 15 ottobre in tutti i suoi aspetti.


1 Come giudichi Il materiale didattico visionato durante il corso slides documenti ecc_png

2 Come giudichi il docente_png
4 Le infrastrutture reali o virtuali aula pc piattaforma web ecc erano_png


8 In che modo le conoscenze acquisite durante il corso andranno a migliorare la tua attuale o futura pratica lavorativa_ png

10 Come giudichi lassistenza ricevuta help deskpng

13 Nel complesso il corso era_png


Elenco nazionale dei professionisti competenti nell'utilizzo del Metodo VaDiSS per il trattamento dei DSA


Elenco Articoli